PROGRAMMA

PER TUTTA LA DURATA DEL FESTIVAL

MOSTRA MERCATO

Illustrazione, editoria indipendente e autoproduzioni con oltre 50 espositori provenienti da tutta Italia.

A Messy Studio | Agrumi Studio | AIAP Liguria | Alterazioni Video | Anita Scianò | Bolo Paper | Book Morning | Boom Bag | Bronzo Studio | Caffè Design | Chicks | Diego Bonci | Edito InProprio | Emanuele Tassara | Enrico Iori | Fabio Ruwett | Fatto Apposta | Federica Zancato | FLOH | Fosbury Architecture | Francesca Perego | Francesco del Re | Fuori Formato | Guia Bertorello | K28 Sick Creativity | Kalibù | Le Gnigne | LePalle.it | Lino’s & Co. Genova | Malvaginae | Mara Pidello | Maria Martini | Martaruga Lab | Martina Vincenti | Mellow Concrete | Neodimio | Numero Cromatico | Palazzi Club | Papê | Per Inciso | PICA | Piccola cartoleria illustrata | Pratiche dello Yajè | Print Club Torino | Saleh Kazemi | SAMpress | Sta*mina comics | Stresso Magazine | Tazi Zine | Trek | Unseen | Ventuno Studio Lab | Xrivista

MOSTRE

CREPE – CERCARE NEGLI INTERSTIZI

A CURA DI GOSSYPIUM ASSOCIAZIONE CULTURALE
In mostra le opere vincitrici dell’omonima Call for Artists – CFF19

QUADRIFLUOX A NEW CMYK WORLD

A CURA DI 70MAGENTA
Quadrifluox è un progetto che esplora l’uso e l’applicazione degli inchiostri fluorescenti nella produzione di stampati tipolitografici in quadricromia. Ispirato dalle artefatte palette cromatiche della grafica digitale contemporanea, il sistema sviluppa colori vibranti, ultraluminosi e ipersaturi raggiungendo una gamma cromatica del tutto eccezionale, alternativa a quella sviluppata della quadricromia classica.

DISAPPEARING OBJECTS

DI LOUIS DE BELLE
Il bello dei giochi di prestigio è proprio guardarli sapendo che l’illusionista o prestigiatore ci sta in qualche modo imbrogliando, e vogliamo che lo faccia: intorno a questo concetto il fotografo Louis De Belle ha pensato alla serie Disappearing Objects, in cui ha raccolto e fotografato alcuni trucchi e strumenti del mestiere, senza però svelare il modo in cui vengono usati.

UN SUONO SULL’ACQUA

DI GIONATA GIRARDI
Progetto che nasce dalla scoperta di un fenomeno morfogenetico dell’acqua che dimostra come i liquidi, influenzati da suoni e frequenze, inscrespandosi, creino delle geometrie quasi perfette. La mostra comprende una raccolta di rielaborazioni artistiche e un’installazione che riproduce il fenomeno.

NODES

DI NUMERO CROMATICO
Numero Cromatico è un’associazione e un centro di ricerca formata da un gruppo di ricercatori under 35, artisti e neuroscienziati, i quali progettano e costruiscono attività innovative e di grande spessore culturale e scientifico sulla relazione tra arte e scienza. Fin dalla fondazione il centro di ricerca pubblica la rivista Nodes, unico periodico sulla relazione tra arte e neuroscienze.

INSTALLAZIONI

Espongono:

ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLE ARTI // XHULJA LIÇAJ // MEFISTOFELEDOCUMENTA

FOOD AREA

GELATINA // GRADISCA CAFÈ // UVA – URBAN
VINEYARD AREA

SABATO 15 H 14–24

CONFERENZE

H 15.00 — 18.00

ARTI VISIVE E AUTOPRODUZIONE

MODERATORE: ANNA DANERI

Intervengono:

AIAP → ASSOCIAZIONE ITALIANA DESIGN DELLA COMUNICAZIONE VISIVA // CAFFÈ DESIGN → UN POSTCAST DI DESIGNER AL BAR // NUMERO CROMATICO → CENTRO DI RICERCA DI ARTISTI E NEUROSCIENZIATI // PRINT CLUB TORINO → LABORATORIO CREATIVO DI STAMPA E ARTI GRAFICHE

WORKSHOP

H 15.00 — 18.00

“DISEGNI AL CIANOTIPO” Laboratorio di stampa cianografica

A CURA DI PICA
Cos’è? Si tratta di un procedimento di stampa fotografica che sfrutta la fotosensibilità di due sali di ferro opportunamente miscelati. La luce solare li trasforma chimicamente in una sostanza insolubile di colore blu intenso.

WORKSHOP

H 15.00 — 18.00

// ANDROMACA // FRANCO // MODUS IN COLLABORAZIONE CON CODE WAR

DOMENICA 16 H 14–23

CONFERENZE

H 15.00 — 18.00

RIGENERAZIONE URBANA

MODERATORE: PIETRO MILLEFIORE
Intervengono:

ALTERAZIONI VIDEO → COLLETTIVO ARTISTICO CONTEMPORANEO // ASSOCIAZIONE OLINDA → PAOLO PINI, MILANO // FOSBURY ARCHITECTURE → COLLETTIVO DI DESIGN E RICERCA

WORKSHOP

H 15.00 — 16.30 / 17.00 — 18.30

“CONTEMPORARY KINTSUGI”
L’arte di riparare con l’oro

A CURA DI BARBARA VENTURA
Il kintsugi, letteralmente “riparare con l’oro”, è una
pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di un
metallo prezioso per saldare assieme i frammenti di
un oggetto rotto. La tecnica permette di ottenere degli
oggetti preziosi: ogni ceramica riparata presenta un
diverso intreccio di linee dorate unico ed ovviamente
irripetibile per via della casualità con cui la ceramica
può frantumarsi. Il workshop viene ospitato dal
laboratorio di ceramica dell’I.M.F.I. presente all’ex-
Ospedale Psichiatrico di Genova.

LIVE MUSIC & DJ-SET

H 19.00 — 23.00

IRENE BUSELLI // FOLLOW THE RIVER // PHOMEA

DOWNLOAD